Piano di laminazione preventivo del bacino di Ravedis



Anno: 2008
Committente: Consorzio di Bonifica Cellina – Meduna
Luogo: Reg. Aut. del Friuli-Venezia Giulia
Titolo: Service specialistico idraulico per attività complementari alla verifica di funzionalità dell'invaso di Ravedis (PN)<
Servizio: Studi ed indagini

AfDB: Banca Africana di Sviluppo; BID: Banca Interamericana di Sviluppo; BM: Banca Mondiale; UE: Unione Europea

Il torrente Cellina, con i suoi 445.8 km² di bacino idrografico, costituisce il più importante corso d’acqua di tutto il sistema idrografico del fiume Livenza dal punto di vista del regime di piena e delle sue implicazioni sulla sicurezza idraulica che interessano la provincia di Pordenone e del territorio veneto a confine con la regione friulana. Unitamente al torrente Meduna, di similari caratteristiche morfologiche e dotato di un bacino idrografico di poco inferiore, dà origine al fiume Meduna il quale, dopo aver attraversato la città di Pordenone, si immette nel fiume Livenza, al confine con il territorio veneto. Le piene originate dal torrente Cellina, una volta raccolti i contribuiti del torrente Meduna, causano frequenti allagamenti, spesso molto estesi e talvolta di proporzioni disastrose in termini di danni prodotti.

Lungo il torrente Cellina, è stata recentemente realizzata la diga di Ravedis, importante sbarramento artificiale a gravità, di notevole altezza e capacità di massimo invaso di 26 Mm³.
Lo sbarramento è stato realizzato per uso plurimo e precisamente per utilizzazioni irrigue, idroelettriche e per la regolazione delle piene. E’ ubicato lungo il torrente Cellina, alla chiusura del bacino montano, subito prima del suo sbocco sull’ampia conoide di deiezione formatasi per progressiva deposizione di materiale ghiaioso trascinato dalle piene fluviali.
Per assolvere in modo ottimale agli usi plurimi del bacino il Consorzio di Bonifica Cellina – Meduna ha incaricato BETA Studio srl di implementare un sistema per la previsione in tempo reale delle piene quale strumento di supporto decisionale per la corretta gestione degli organi di scarico della diga nell’ambito del Piano di Laminazione implementato dal gestore dell’opera (Piano di laminazione).